La cattedrale di Santa Eulalia

0
131

La cattedrale di Santa Creu i Santa Eulalia, situata nel Quartiere Gotico è senza dubbio uno dei luoghi più importanti della nostra città.La storia della sua costruzione, durata complessivamente tredici secoli (sec VXIX ) è particolarmente interessante. Ha subito ricostruzioni, ampli azioni sempre legate a momenti storici fondamentali per la storia di Barcellona.Sappiamo che le prime comunità cristiane si insediarono a Barcellona già a partire del III secolo. E’ in questo momento che nascono i culti ai martiri cristiani vittime delle persecuzioni da parte dei Romani. Una di queste martiri è proprio Eulalia, oggi patrona della città a cui la cattedrale fu dedicata a partire dell’anno 877 insieme alla Santa Creu (a partire dell’anno 599).

È quando nel V secolo Ataulfo, re dei Visigoti, la sceglie come capitale del suo regno e dunque la città inizia ad assumere un importanza politico-economica notevole, che nasce l’esigenza di dotarla di un luogo di culto che fosse degno di rappresentarla. L’antica basilica paleocristiana viene così ampliata tra il V e il VI sec. Data la quasi totale assenza di documentazione è difficile ricostruire con esattezza l’aspetto esatto che doveva avere. Una cosa però che possiamo affermare con certezza è quale fosse la sua ubicazione esatta dato che nel sottosuolo della città ( Museo de Historia de la Ciutat ) possiamo ammirare alcuni resti delle fondamenta della basilica di epoca Paleocristiana su cui era stata costruita. Era dunque situata nella parte nordovest della città vicina alla muraglia.Altri documenti poi testimoniamo che nell’ XI sec la cattedrale subì un restauro anche se ancora una volta non si hanno sufficienti elementi per almeno immaginare come dovesse essere.Una pietra, sulla porta di Sant‘Ivo testimonia che i lavori di ampliazione della grande cattedrale gotica come la vediamo oggi iniziarono nel maggio del 1298 sotto il regno di Jaume II, e insieme a questa, nel periodo 1298-1378 furono costruite altre cattedrali come Santa Maria del Pi e Santa Maria del Mar. In tutto l’opera durò fino a metà del XV secolo.Dopo quasi quattrocento anni di stasi nel 1888 in occasione dell’ Esposizione Universale viene deciso di restaurare la facciata in stile rigorosamente neogotico e i lavori vengono assegnati all’architetto Josep Oriol Mestres. Infine tra il 1906 e il 1913 fu costruita la torre dall’architetto August Font Carreras. Tanti secoli di costruzione e rifacimenti donano alla cattedrale uno stile estremamente miscellaneo e del tutto unico.

barcelona-catedral-51

L’edificio è formato dal tempio e dal chiostro. Il primo ha tre navi, una centrale e due laterali e misura in altezza di novanta metri e in larghezza quaranta.Al suo interno ha ventisette cappelle dedicate ai Santi, con sculture e affreschi incaricate ai migliori artisti nel corso dei secoli. Le straordinarie vetrate sono state realizzate a tappe, durante vari secoli : XIV, XV e XX.

barcelona-catedral-53

La cripta, contenente i resti di S. Eulalia ( collocati lì nel 1339) è del XIV secolo. Per sostituire il vecchio sarcofago del IX sec , ritrovato nella cattedrale di S. Maria del Mar e che è ora esposto sul fondo della parete della cripta stessa, ne fu commissionato un altro al pisano Lupo Di Francesco , in legno, che riporta sui lati le scene intagliate del martirio della Santa.

Il chiostro attuale fu costruito tra il XIV e il XV sec nello stesso luogo dove sorgeva il precedente. Il giardino ospita magnolie e palme oltre che a tredici oche, le stesse che secondo la leggenda pascolava Santa Eulalia nelle campagne fuori città e che sono dello stesso numero degli anni a cui morì la giovane.

barcelona-catedral-65

Nella parte esteriore notiamo l’enorme facciata larga quaranta metri costituita da una parte centrale contornata da due torri laterali. Lo stile è neogotico ed è ricca di fregi e immagini di Santi.

La porta principale riporta scolpite le immagini di Cristo e degli Apostoli, così come la porta in legno scolpita con un totale di settantasei figure.Oltre a questa ci sono altre quattro porte. La più antica è quella di Sant’Ivo e per secoli e stata l’entrata principale. Deve il suo nome al fatto che si trova di fronte all’edificio che era sede dell’avvocatura della città di cui Sant’ Ivo è patrono.

barcelona-catedral-61

La porta di Santa Eulalia è situata nella splendida Carrer Del Bisbe e attraversandola si accede al chiostro così come passando attraverso alla Porta della Pietà.La Porta di Santa Lucia è l’ultima ed oltre che al chiostro, si accede anche alla cappella della Santa.

Come quasi tutte le cattedrali gotiche, anche la nostra è adornata da gargolle (più di duecentocinquanta) , necessarie per il drenaggio dell’acqua piovana. Oltre alle classiche figure di mostri mitologici , ne ha anche alcune più inusuali come una lumaca, un elefante, un unicorno, un toro.

Come molti dei luoghi e monumenti di Barcellona anche alla Cattedrale sono legate storie mitiche e leggende, soprattutto sulle sue reali origini.Della sua storia secolare ci rimane oggi da ammirare una magnifica Basilica che attrae milioni di visitatori l’anno.

barcelona-catedral-72